#RECRAFT16 : Rural Entrepreneurship, Craft your future!

Today was the first day of Erasmus+ youth exchange project “#RECRAFT16 : Rural Entrepreneurship, Craft your future!“ powered by EUROSUD, which gathered participants from 6 countries: Italy, Armenia, Georgia, Poland, Ukraine and Czech Republic from 01-09-2016 to 09-09-2016.
Representatives from the organizations started the day with an introduction session. It was not only a great way to get to know each other but also was the perfect opportunity to move a little bit and to test one’s memory. What is more, we discussed the aim of the project and the motivation to participate in youth exchange. After a short coffee break, participants got an (im)possible mission - to complete several task in 30 minutes. Participants quickly divided their assignments and almost made the impossible happen. Participants shared their dreams and wishes for the future, wrote the rules of the project, draw everyone’s portraits and even created a hymn for the project. After full and delicious Italian lunch cooked by a professional chef everyone went to the Giovinazzo city for a treasure hunt. Treasure hunt was a challenge where participants completing the given tasks. Participants practiced their Italian language skills while interacting with locals; they were looking for young entrepreneurs who shared their inspiring stories and experience. After more than two hours, spend in the narrow but charming streets in the old town, all the participants returned back excited to share what they found. We close the first day of activities with a daily evaluation - the participants, separated in group, reflected and discuss the implemented activities. After a day full of new experiences, the group gathered outside in the garden of the monastery to enjoy the BBQ and continued getting to know each other better under the moonlight.

~Dissemination Stage~ Youth Exchange "Youth European Education" Djakovo, Croatia 16 - 23 MAY 2016

Part of every project is dissemination phase which is very important. In order to spread voice about project and activities implemented during the project among young people in Bari, EUROSUD has printed 10 posters (created by participants) and put them on crowded places in Bari. Also, EUROSUD members printed 30 flyers and handing them out to young people. What we have noticed is that young people of Bari were really interested in project topic and most of them were asking more information how to join projects like this.

Short summury of project: Youth Exchange “Youth European Education” was hosted in Djakovo, Croatia between 16th and 23rd of May and it gathered 48 young people from Croatia, Romania, Hungary, Greece, Bulgaria, Czech Republic, Italy and Latvia. Even though active citizenship requires people to get involved, to play an active role in political, social and economic life many young people still don’t recognize active participation as important. Many issues are connected with youth and active participation – low participation of youth on elections, lack of knowledge about importance of being an active citizen and low engagement and participation in political, social and economic processes. The objectives of the youth exchange were:

-To critically and creatively reflect about the role and relevance of European citizenship,

-To promote active participation of citizens and their role in building our societies based on European values,

-To define role of citizens and NGO’s,

-To increase the participants professional competences in developing and evaluating projects with young people,

-To support capacity and partnership building. Youth European Education-local activities

#YEEbyCET #erasmusplus #youthmobility #education #baseofEurope #cetplatform #cetplatformhrvatska

GALLERY 

FEEDBACK FROM YOU(TH) CAN MAKE A CHANGE! Samobor, Croatia 20– 28. 06.2016

From 20. To 28.06. our organization was a part of main activity of the project Yout(th) can make a change! that was held in Samobor, Croatia, in organization of Association Pozitiva Samobor.

The main aim of the project was to tackle the topic of immigration crisis by using theater as a method, where participants were creating a performance that has included citizens into the real-life situation of immigrants. Performance was implemented to show the problems immigrants are facing with when entering into foreign country, so that both participants are able to put themselves into the role of immigrants, as well as for citizens to see a connection between the performance and situation and reality. Performance raised awareness about the heaviness of conditions immigrants are facing with in nowaday situation of ongoing crisis and neccessity to take possible measures (which every citizen can do) to improve their situation.

Our organization was represented by 5 participants and 1 group leader who actively took part in workshops and contributed with their motivation and experiences to overall project results.

Chek PHOTOS and VIDEO right here

Volunteering experience in Morocco 15-31 August 2016

 

EUROSUD , organization for international youth mobility would like to inform you about a volunteering experience.

Association situated in Morocco-Casablanca organizing next month an Arabic languages courses during two weeks,4 days in week and 2 hours in days.In free time there will be time for local travel and discovering Morocco.
This activity will take place in Casablanca city ,starting from next 15 August till 31 August.

More info fakkar.karim.ensaj@gmail.com

 

Youth Exchange "Youth European Education" Djakovo, Croatia 16 - 23 MAY 2016 Dissemination Stage

 Di seguito le informazioni riguardanti uno scambio giovanile, promosso nell'ambito del programma Erasmus+ e che si è svolto in Croazia dal 16 al 23 Maggio 2016.

Youth Exchange "Youth European Education" has been hosted in Djakovo, Croatia and gathered 48 young people from Croatia, Romania, Hungary, Greece, Bulgaria, Czech Republic, Italy and Latvia. Even though active citizenship requires people to get involved, to play an active role in political, social and economic life many young people still don't recognize active participation as important. Many issues are connected with youth and active participation - low participation of youth on elections, lack of knowledge about importance of being an active citizen and low engagement and participation in political, social and economic processes. Summarizing the objectives of the YE are to critically and creatively reflect about the role and relevance of European citizenship, to promote active participation of citizens and their role in building our societies based on European values, to define role of citizens and NGO's, to increase the participants professional competences in developing and evaluating projects with young people, to support capacity and partnership building.

Di seguito le informazioni riguardanti uno scambio giovanile, promosso nell'ambito del programma Erasmus+ e che si è svolto in Croazia dal 16 al 23 Maggio 2016. Anche se la cittadinanza attiva richiede che la gente sia coinvolta, per giocare un ruolo attivo nella politica e nella vita sociale ed economica, gran parte dei giovani non si rende ancora conto di quanto la partecipazione attiva sia importante. Molti problemi sono connessi alla bassa partecipazione dei giovani alle elezioni, alla carenza di conoscenze circa l’importanza di essere cittadini attivi, e al basso coinvolgimento nei processi politici, economici e sociali. Questo scambio culturale è stato adattato alle esigenze dei partecipanti e contiene varie forme di metodi educativi non formali, come simulazioni, brainstorming, lavori di gruppo, dibattiti e presentazioni.

Human rights - base of Europe local activities #HRBoE #erasmusplus #youthmobility #humanrights #baseofEurope #cetplatform #cetplatformhrvatska

Please click the Link for facebook page.

LINK

GALLERY

Promotion of Labour Mobility in Europe Booklet #PLME 16

Dal 9 al 16 Aprile 2016 si è tenuto tra Corato , Giovinazzo e Bari il progetto internazionale Promotion of Labour Mobility in Europe ‪#‎PLME16‬organizzato da ‪#‎EUROSUD‬ associazione per la mobilità giovanile internazionale di Triggiano. Il progetto è stato realizzato con il supporto dell’Agenzia Nazionale per i Giovani nell’ambito del programma Erasmus+ promosso e sostenuto dalla Commissione Europea.Al progetto hanno partecipato 35 giovani tra cui studenti universitari , group leader , volontari e youthworkers provenienti da Italia, Croazia, Malta, Polonia, Republic of Macedonia, Spagna, Romania e Grecia. I partecipanti sono rappresentanti e volontari di realtà associative internazionali che lavorano nell’ambito del programma Erasmus+ .Un ringraziamento particolare e sincero per i grandiosi risultati ottenuti è riservato ai partecipanti ed ai rappresentanti delle associazioni locali coinvolte. We surely hope this small booklet gave you an overview regarding our activities within the framework of Erasmus + grants level. It would contribute somehow to international cooperation and tools to fight youth unemployment. Our wish is that you can get an idea as well of the mobility experience of our participants have done, since the most important thing is sharing knowledge and experiences. Please feel to share the content of it on the widest scale possible!

For more information  click on Link!

Promotion of Labour Mobility in Europe Booklet

European Youth Work Academy, "Training of Trainers"

Dear partners , participants and friends ,
the last activity of European Youth Work Academy, "Training of Trainers", has finished . Right here goes the final update from project European Youth Work Academy ‪#‎EYWAbyCET‬ .Here you can read and learn from their final press release and what they worked towards on their final course: Training of Trainers. For anybody interested in becoming a non-formal education trainer, email eywa@cetplatform.org to find out more about the follow-up project. Well done to all those involved!

CET Platform has hosted the last activity of European Youth Work Academy – “Training of Trainers”
Already for the third time during the last 5 months CET Platform is hosting in Belgrade the training course, which is a part of a wide scale project under the title “European Youth Work Academy”. The first two activities, “Training of Management” and “Training of Leaders” gave to participants the opportunity to build partner relationships with the organizations from all over the Europe, to exchange examples of good practice and work, to learn how to organize youth activities ,and finally this week, during the “Training of Trainers”, – to get deeper into trainers skills and knowledge that will be used in sustainable education of other youth workers and young people about topics concerned with youth organizations, their activities and cooperation. The project was implemented with the support of the Erasmus+ Programme of the European Union.

The activity took place in Belgrade, Serbia, during 22-29th of April, 2016, and has brought together 29 youth workers from 24 European countries – Albania, Bulgaria, Bosnia and Herzegovina, Croatia, Czech Republic, Germany, Estonia, France, Greece, Italy Kosovo, Lithuania,Macedonia, Malta, Montenegro, Norway, Poland, Portugal, Romania, Serbia, Slovakia, Slovenia.

The activity was built on using the non-formal methods of education under the guidance of experienced and highly professional trainers – Vojislav Vujić (Serbia), Max Fras (UK), and Agnieszka Janik (Poland). With a lot of new knowledge and practical skills, participants have
developed and improved their competences as trainers, which will definitely contribute to increasing the quality of youth work in their organizations and Europe generally. Along with practical work, participants gained knowledge about trainer’s skills and useful tools, such as Compass, Salto, T-Kit, ETC Competence Model, UK NA Trainers portfolio, etc.

Besides the great impact on participants, organizations, local and European communities, one of the biggest results of European Youth Work Academy can be considered several follow-up activities and new activities that will allow the former participants to practice and master all the competences they developed during the project, from management and organization to training and inspiring new generations of youth workers all over Europe.

eywa@cetplatform.org
www.youthworkacademy.eu
#EYWAbyCET
www.cetplatform.org
www.eurosud.info

Celebrating Europe Day 2016

In tutta Europa, il 9 maggio si è celebrata la Festa dell’Europa. EUROSUD con la collaborazione della Facoltà di Economia e Giurisprudenza dell’università di Osijek ha deciso di celebrare la Giornata dell'Europa. Per l’occasione sono stati sviluppati diversi workshops e laboratori didattici con la partecipazione di più di 150 studenti. Tema principale della giornata è stato approfondire i programmi di studio e tirocinio offerte dalla Commissione europea . Ampio spazio è stato dedicato anche al programma Erasmus, il programma di scambio fra università europee che ogni anno offre la possibilità a migliaia di studenti di trascorrere un anno nei Paesi UE e dal 2014 anche in Paesi extra europei.
La manifestazione appena conclusa (laboratori e confronti) che abbiamo organizzato è il risultato di un percorso condiviso che le associazioni dell’Università di Osijek e l’associazione EUROSUD . Tutto è stato reso possibile anche grazie al supporto dei docenti dei corsi di Laurea . Di sicuro un'occasione di confronto sul futuro dell’Unione europea e sul senso di sentirsi cittadini d’Europa con lo sguardo sempre più rivolto al futuro.(Kristina Kristina Vidović,,Erasmus intern EUROSUD)

In May each year, the European Institutions celebrate the anniversary of the founding of the European Union. Entertaining and informative activities are organised throughout Europe and beyond. This is an opportunity for citizens, students, young people, to learn and talk about the day-to-day work of the institutions, as well as the broader issues, challenges and benefits of the European Union for its 508 million citizens.
This year EUROSUD has participated in event "My (utilized) possibility for the future" at Faculty of Economics in Osijek, that was follow up from European EFOS week 2015. Main aim this year was to present and inform students of Osijek about opportunities that EU is offering to them and also sharing real stories of students who were brave enough to grab a chance and use one of these opportunities.
More than 150 students participated in lecture and later in several workshops that was conducted by EUROSUD team. As well we had opportunity to talk about our last project Promotion of Labour Mobility in Europe ‪#‎PLME16‬, that was implemented in April.(partner CET Platform Tomislav Bogdan)

 

#‎europeday

Faculty of Economics in Osijek

www.eurosud.info

‪#‎europeday‬ ‪#‎EuropeanEFOSweek‬

#‎PLME16:Article from Youth Association DRONI GEORGIA

EUROSUD organization hosted the training course - "Promotion of Labour Mobility in Europe" ‪#‎PLME16‬, funded by Erasmus+ program of European Commission. The project gathered up to 35 representatives of youth organizations and organizations working within youth field from Italy, Malta, Croatia, Macedonia, Poland, Romania, Greece, Spain and took place in Giovinazzo (Metropolitan area of Bari), South of Italy Region Puglia from 09.04.2016 until 16.04.2016. The training offered youth workers and young leaders a possibility to learn more how to promote labor mobility, how to help young people to find information and use tools provided by European Commission such as EURES network, EURODESK , Erasmus+, focusing on guaranteed rights and limitations, what support young people working in other member state can get, etc. The program of training contained various forms of non-formal learning methods such as simulations, brainstorming, work in the groups, presentations, etc. The training course provided space for exchange ideas and sharing best practices. Participants met the representatives from local NGOs (AIESEC Bari, Forum Giovani Corato , Union Pro Europe , AEGEEE Bari) and visited several institutions in Bari like: the University of Bari Aldo Moro and Impact Hub Centre Fiera del Levante Exhibition area to understand more about youth labour issues and challenges in the region. Participants also had chance to explore the old city with USE It Bari map designed and provided by Aps AkuBari . The whole project was full of interesting and useful activities that help us to understand more about the topic and to create a base for future cooperation.

‪#‎eurosud‬ ‪#‎dronieurosud‬ ‪#‎erasmusplus‬ ‪#‎droniitaly‬

Promotion of Labour Mobility in Europe: #‎PLME16‬ a Bari

La primavera pugliese sta per lasciare il posto all’estate, e il piccolo polpo rosa che occhieggia dalle pagine della USE-IT di Bari è sempre pronto a offrire suggerimenti e indicazioni a giovani viaggiatori curiosi di un punto di vista alternativo sulla città, come del resto accade per ogni USE-IT che si rispetti.

Questa volta, dal 9 al 16 aprile, in occasione del progetto internazionale “Promotion of Labour Mobility in Europe” #PLME16, finanziato dal programma ERASMUS+ della Commissione Europea, con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, a essere accompagnati dalla mappa cartacea USE IT Bari sono stati 30 rappresentanti di organizzazioni giovanili provenienti da Malta, Croazia, Macedonia, Polonia, Romania, Grecia, Spagna e Italia.
Non un viaggio di piacere, dunque, ma un vero e proprio tour di formazione “in loco” per imparare a promuovere la mobilità giovanile sul lavoro. 
A Bari, la proposta formativa a Bari e l’accoglienza degli ospiti a Giovinazzo sono state curate dall’associazione EUROSUD, organizzazione per la mobilità giovanile internazionale che ha preso parte a programmi di apprendimento promossi e finanziati dall’Unione Europea – in particolare scambi giovanili e corsi di formazione nell’ambito del programma ERASMUS+.
Questi gli obiettivi di progetto raccontati da Adriano Difronzo di EUROSUD, che ha anche avuto l’idea di contattarci:

-supportare giovani che si approcciano al mondo del lavoro a prendere dimestichezza con i programmi EU sulla mobilità e la partecipazione attiva;

-mettere a fuoco le differenti opinioni dei giovani sulla mobilità lavorativa e la cittadinanza europea;

-creare un “Tool-box” per la promozione della mobilità lavorativa dei giovani europei;

-imparare a utilizzare tecniche di apprendimento non formale come strumenti per analizzare la questione della disoccupazione giovanile e della mobilità lavorativa.Le attività di progetto sono state costruite lavorando con metodi di apprendimento non formale durante l’intera durata del programma: brainstorming, discussioni collettive, dibattiti, simulazioni, lavoro in piccoli gruppi, presentazioni, attività teatrali, giochi di ruolo, coinvolgimento nello sviluppo di progetti locali, regionali, nazionali e internazionali.Noi abbiamo avuto il piacere di accompagnare il loro tour pugliese con la nostra USE-IT Bari; per leggere impressioni e riflessioni dei partecipanti…

Seguite l’hashtag #PLME16! E trovate tutte le info su:

FB

YOUTUBE

Antonella Ciociola

Il racconto di un’esperienza Erasmus+ a Sofia

«Un’esperienza straordinaria ed unica nel suo genere». Così Francesco Maldera, componente dell’Esecutivo del Forum dei Giovani Comune di Corato, inizia il suo racconto di quanto vissuto a Sofia (Bulgaria) dal 10 al 17 aprile. Un’opportunità creata grazie alla partnership tra il Forum ed Eurosud ed inserita nel programma Erasmus+ “E(U)volution: the generation”.

«Ci siamo ritrovati come giovani cittadini europei, con le nostre culture, le nostre differenze, a confrontarci su economia e democrazia. Bellissimi i momenti delle visite alle istituzioni nazionali come il Parlamento ed i workshop con europarlamentari ed ambasciatori: in quei momenti abbiamo potuto esprimere le nostre idee su dove l’Europa dovrebbe investire e con quali meccanismi di incentivo, anche per noi giovani.

Ringrazio Forum ed Eurosud per questa opportunità e invito i miei coetanei a provarla» scrive Francesco.

Soddisfatto il presidente del Forum, Luigi Menduni: «questa partnership sta segnando la crescita di giovani cittadini europei con esperienze positive e costruttive, continua ad innovare il campo delle politiche giovanili locali, con i giovani al centro».

«Dopo aver superato i primi naturali timori, i ragazzi si sono uniti all’esperienza con grande entusiasmo - commenta il presidente di Eurosud Adriano Di Fronzo -. È stata difficile la conclusione visto il bel clima creatosi. Anche questa esperienza consolida la nostra partnership con il Forum dei Giovani coratino con cui siamo felici di poter continuare a crescere passo dopo passo».

Giovani ed Europa, a maggio una nuova opportunità da cogliere

EUROSUD ‘FAITHS OF THE WORLD: INTERFAITH DIALOGUE IN YOUTH WORK’

EUROSUD representatives in the long term project ‘FAITHS OF THE WORLD: INTERFAITH DIALOGUE IN YOUTH WORK’  from 19.04.2016 till  27.04.2016

We consider the experience at Asha Center as very positive one. The staff were very prepared and organized. The food is definitely the best of the rest of the Uk and the rooms and facilities are really nice and comfortable. We can describe ASHA as a meditative center , very isolated in the countryside surrounded by streams, flowers, plants, mazes, small temples and benches surrounded by greenery. Even though our daily schedule was very busy, the learning week was a fruitful effort. For a weekly project it is ideal for cooling off in the middle of nature. Sometimes also we had opportunity to have fun and relax. Some of the participants were at the first experience in Erasmus projects and quite young as well , and at the beginning they didn’t realize all the programme and workshops . During the evening there were activities lead directly by the participants , inspirational evenings , movie nights and most of the time we had yoga sessions(morning\evenings).
Some of the activities that we enjoyed the most were : with couples we had to present on flipcharts the most important information and details of different religions and various theatrical performances about the representation of interreligious dialogue. As a group we had opportunity to visit an Hindu temple, a church Muslim mosque and a Christian church . We had chance to ask a lot of questions about the different religions while visiting those places.
"Young people really do want to be friends with people from other cultures , but the idea of it is a lot easier than the practice.

We , as EUROSUD,partner and sending organization in this project , we would like to encourage more and more young people ,volunteers and youth-workers in taking part in such kind of learning activities. "Young people really do want to be friends with people from other cultures and learn from eachother , but beside this , the idea is a lot easier than the practice.

Barbara R.
Mariagrazia S.
Raffaella B.
Lavinia S.

ASHA Foundation

EUROSUD IN COLLABORATION WITH CET PLATFORM

Questa mattina inizia l'ultima fase dell'Accademia Europea del lavoro giovanile European Youth Work Academy a Belgrado

Tanti gli operatori attivi nel campo dei giovani e delle organizzazioni giovanili, in inglese youth workers , provenienti da 24 paesi europei .
I futuri formatori e operatori giovanili avranno l'opportunità nei prossimi 7 giorni per conoscere formatori competenze, l'educazione non formale, organizzazione di seminari, gruppi leader, il lavoro e gli standard di lavoro con i giovani a livello europeo. Il progetto è realizzato da CET Platform Belgrado in collaborazione con altre 23 organizzazioni partner ed è finanziato dal programma europeo Erasmus +. Fino ad oggi nell'ambito del progetto i partecipanti hanno avuto la possibilità di conoscere la gestione delle organizzazioni giovanili, le modalità di raccolta fondi e le strategie di comunicazione , nonché la formazione dei futuri organizzatori di scambi giovanili internazionali e animatori .
Attraverso l'utilizzo di modalità di apprendimento non formali , i partecipanti avranno la possibilità di conoscersi l'un l'altro, a capire le differenze e le somiglianze tra le loro culture, pianificare i progetti e le cooperazioni future. Tutti i materiali sono a disposizione di altri operatori giovanili e organizzazioni attraverso il sito web anche: http://youthworkacademy.eu/

European Youth Work Academy ha raggiunto sino ad oggi 102 operatori giovanili provenienti da tutto l'Europa che hanno avuto l’occasione di visitare Belgrado e prendere parte a uno dei diversi corsi di formazione. Da sottolineare l’elevato numero di candidature ricevute più di 1500 che dimostra la motivazione e la necessità di prendere parte a tali attività .
CET Platform è la rete europea di organizzazioni costituite da un gruppo di esperti al fine di fornire sostegno allo sviluppo e miglioramento della qualità delle organizzazioni della civil society. CET è attiva nel campo della imprenditorialità giovanile, la partecipazione attiva, la promozione dei valori europei e l'integrazione europea.

CET Platform

EUROSUD #PLME16

Uno degli ultimi scatti del progetto internazionale ‘’ Promotion of Labour Mobility in Europe ‘’ ‪#‎PLME16‬ è finanziato dal programma ERASMUS+ della Commissione Europea.
Altresì il progetto di formazione è stato organizzato "con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea" e con il patrocinio di PUGLIAPROMOZIONE Agenzia Regionale del Turismo.

Even though our daily schedule was very busy, the event was a fruitful effort.
We thoroughly appreciate the contribution from all the participants, trainers, support staff, the enthusiasm and support from the local stakeholders as well as the help from our media friends. We are definitely excited to keep going in developing our community ideas. Thank you everyone for your great help and support to make this event a success!
Thanking you most sincerely for your time and consideration.
Keep going making waves

“Turn around”, giovani coratini verso l’Europa per vincere la paura del palcoscenico

«Il progetto servirà a sviluppare le capacità di comunicazione, l'autostima, la creatività e l'indipendenza dei giovani» commenta il presidente del Forum dei Giovani.

 

Con il nuovo anno cresce la partneship Forum dei Giovani-Eurosud ed è pronta per proporre ai giovani coratini nuove opportunità di esperienza Europea inserite nel programma Erasmus+.

«Il Forum dei Giovani Comune di Corato con la partnership con Eurosud ha dato vita ad un nuovo capitolo di politiche giovanili di respiro europeo a favore dei giovani coratini e della nostra città che si sta facendo conoscere ed apprezzare attraverso le giornate Erasmus +» sottolinea il presidente del Forum Luigi Menduni.

«Queste opportunità di orizzonte europeo - aggiunge - stimolano i nostri ragazzi a pensare in modo glocale, senza dimenticare il loro territorio, ma con una visione aperta e di grande dialogo.

A questo proposito vi presentiamo "Turn around" (Trakai, Lituania, 26 Marzo 2016 - 3 Aprile 2016): è un progetto di scambio giovanile, che avrà lo scopo di affrontare la vostra paura del palcoscenico. Questa paura può causare disagio, prevenire o addirittura rovinare la carriera. Durante le attività di questo scambio giovanile, cercheremo di capire come superare e conciliare, non solo la paura da scena, ma anche altre paure simili.

Il progetto coinvolgerà un gruppo di 40 giovani provenienti da Italia, Lettonia, Turchia, Portogallo e Lituania. Servirà a sviluppare le capacità di comunicazione, l'autostima, la creatività e l'indipendenza dei giovani.

Il limite di età è da 18 a 28 anni. Tutte le spese di vitto ed alloggio sono coperte al 100% dall’associazione ospitante. I trasporti acquistati dai partecipanti verranno rimborsati a fine progetto al 100% su un massimale di spesa pari a 170 euro. 

A questa opportunità di outgoing uniamo anche un’interessante proposta di partecipazione al Training Course "Promotion of Labour Mobility in Europe" che si svolgerà a Giovinazzo, dal 9 al 6 aprile 2016.

Il training course sarà basato sull'approfondimento degli interventi europea per la mobilità e le opportunità lavorative sul territorio UE messe in campo dalla Commissione Europea. Obiettivo del corso lo sviluppo di progetti a livello regionale e locale che possano utilizzare queste metodologie di sostegno.

Il progetto coinvolgerà un gruppo di 29 giovani provenienti da Italia, Malta, Croazia, Macedonia, Polonia, Romania, Grecia e Spagna. Età minima richiesta: 18 anni. Tutte le spese di vitto ed alloggio sono coperte al 100% dall’associazione ospitante.

Sulle nostre pagine social e nella sezione “Bandi & Opportunità” del nostro sito www.forumgiovanicorato.weebly.com sono disponibili tutti i dettagli ed i contatti Eurosud per la candidatura e la partecipazione all’esperienza».

Youth Exchange "Youth European Education" in Djakovo

Youth Exchange "Youth European Education" will be hosted in Djakovo, Croatia from 16.05.2016. until 23.05.2016. and it is aimed for 48 young people from Croatia, Romania, Hungary, Greece, Bulgaria, Czech Republic, Italy, Latvia.

Even tough active citizenship requires people to get involved, to play an active role in political and  social life many young people still don't recognize active participation as important. Many issues are connected with youth and active participation - low participation of youth on elections, lack of knowledge about importance of being an active citizen and low engagement and participation in political, social and economic processes.

Summarizing the objectives of the YE are to critically and creatively reflect about the role and relevance of European citizenship, to promote active participation of citizens and their role in building our societies based on European values, to define role of citizens and NGO's, to increase the participants professional competences in developing and evaluating projects with young people, to support capacity and partnership building.

Program of the Youth Exchange is adapted to the needs of participants and contain various forms of non-formal learning methods such as simulations, brainstorming, work in the groups, debates, presentations .

EUROSUD e CENTRO STUDI DIRITTO DEI LAVORI

Lavoro, giovani e mobilità. Questi sono i tre paradigmi cui è stato improntato l’evento del 12 aprile, organizzato dall’associazione Eurosud, con la collaborazione del Centro Studi Diritto dei Lavori, nell’ambito del programma Erasmus Plus, per la promozione della mobilità giovanile nel nuovo mercato del lavoro europeo.
La Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari, è stata teatro della giornata “Promotion of labour mobility in Europe”, con l’intervento dei giovani avvocati Valerio Belsito e Maria Valeria Di Pierro, rappresentanti del CENTRO STUDI DIRITTO DEI LAVORI .
Ragazzi di dieci differenti nazionalità europee, hanno preso parte all’incontro che ha realizzato una perfetta sintesi tra i canoni dell’educazione formale tipica dell’istituzione universitaria e quelli della non formal education, sempre più attuale in un’Europa che vuole crescere e confrontarsi con realtà diverse.
Kristina Vidovic , Erasmus internship in EUROSUD, ha introdotto l’evento manifestando l’interesse dell’associazione ai temi della mobilità giovanile e dell’integrazione europea, in un panorama geo-politico sempre più frastagliato e sempre più tragicamente instabile.
In questo quadro , la promozione dell’integrazione europea attraverso la mobilità giovanile, può rappresentare un’ancora di salvezza culturale, ed è senz’altro importante che tutti gli attori sociali interessati a contribuirvi risultino sempre più coinvolti e capaci di cooperare in tale ottica.

DJAKOVO HOSTING HUMAN RIGHTS!

Young Europeans on the move to protect human rights!

Djakovo ospita i diritti umani!
Giovani europei in movimento per proteggere i diritti umani!

I diritti umani appartengono ad ogni essere umano, tuttavia ogni giorno vengono violati. A volte le persone non hanno coscienza dei loro diritti e libertà, per questo motivo dei giovani provenienti da sette diverse nazioni si sono riuniti a Djakovo in Croazia per essere formati sulla materia in questione e per acquisire gli strumenti necessari per avere un impatto sulle proprie comunità di origine. I partecipanti hanno dai 18 ai 25 anni e provengono da:
Bulgaria, Croazia, Grecia, Italia, Lituania, Macedonia e Repubblica Ceca. Le nazioni sono rappresentate da associazioni non governative con obiettivi comuni.
Per perseguire tali obiettivi, abbiamo partecipato a dibattiti, presentazioni, workshops e attività di formazione. La protezione dei diritti umani è di vitale importanza e tutti noi dobbiamo esserne coscienti. Nessuno dovrebbe esser trattato ingiustamente, discriminato, lasciato a sé stesso o essere oggetto di violenza. Ogni persona dovrebbe godere di eguali opportunità a prescindere da razza, sesso, nazionalità, religione, condizioni sociali e convinzioni politiche in ogni aspetto della propria vita. Tutti dobbiamo movimentarci per tali questioni ed incoraggiare gli altri ad apportare il cambiamento. Inoltre, questo progetto è stato molto utile per ognuno di noi dal momento che abbiamo sviluppato le nostre capacità di leadership , consolidato la sicurezza in noi stessi, conosciuto altre culture ed ampliato le nostre conoscenze per trovare potenziali soluzioni.
Ecco le opinioni di alcuni partecipanti:
Sofija, Macedonia:
“ Mi sento un leader migliore di prima, sono più sicura di me e adesso voglio motivare gli altri a fare lo stesso e ad entrare in azione.”
Ludovico, Italia:
“ Ho avuto l’opportunità di entrare in contatto con culture differenti e i loro backgrounds ed ho trovato molto utile il dibattito sulla situazione in ogni nazione.”
Kaloyan, Bulgaria:
“ Adesso ognuno di noi ha la responsabilità di portare quello che abbiamo imparato qui nelle nostre comunità e usare queste competenze per influenzare la società.”

Elvis, Lituania:
“ Ho capito veramente quali persone e quali organizzazioni hanno a cuore i diritti umani in Europa.”
Il progetto è stato finanziato da: Unione Europea, Erasmus +, Agenzia per la mobilità e i programmi EU. CET Platform è l’organizzazione non governativa ospitante in Croazia, che mette a disposizione molte opportunità di partecipazione attiva per i giovani ed organizza progetti locali, campagne di sensibilizzazione e progetti di scambio proprio come questo. Potete contattarli all’indirizzo mail croatia@cetplatform.org, sul sito web cetplaform.org , seguirli su Facebook, Twitter o Instagram.

Partecipa – fai la differenza!

EUROSUD collaboration with TOROS UNIVERSITY International Relations Office

TOROS University is pleased to announce that it has signed a  partnership agreement related to Erasmus+ Traineeship with EUROSUD , organization for european youth mobility.
The Erasmus+ Traineeship grant programme is available for any student studying a full degree programme in Europe and who is looking to conduct an internship in another European country.

The agreement establishes an internship experience for students enrolled in social science faculty.

“This is a great example of Higher Education working together with youth organizations ” said Didem Demir, responsible for ERASMUS programme at TOROS UNIVERSITY.

“These internships will give our students the opportunity to acquire real life experience and hands-on knowledge of european projects development , as well as a better understanding of the nowdays issues they may potentially face in the youthfield.”

This possibility is particularly important for young students and their educational and professional growth: they will be able to learn how the work of an international NGO is organised and how to fulfil specific and practical tasks working in the department they are interested in, such as the Secretariat, the Resources and Project Development Unit, the Department of Project Implementation (with the opportunity of a specific focus on different fields, such as Active Citizenship, International Cooperation, Eastern Partnership, Mediterranean Partnership ). “We are pleased to welcome these interns in EUROSUD organization and we are happy to offer them experience that will help them build and enrich their future.”Conclude Adriano Difronzo president of EUROSUD hosting organization.

Further information available at : Toros University International Relations Office

WEBSITE: http://www.toros.edu.tr/

Sharing Erasmus Experiences'' Dialoghi e confronti su progetti formativi europei Belpasso ( CT) 10 marzo 2016

L'associazione EUROSUD presente per l'evento '' Sharing Erasmus Experiences'' Dialoghi e confronti su progetti formativi europei , good practices e buone idee svoltosi presso l'aula consiliare di Belpasso ( CT) il 10 marzo 2016.
Tema principale dell'incontro è stato il valore aggiunto della possibilità di lavorare, studiare o fare volontariato in un Paese estero e su come possa contribuire al miglioramento delle metodologie didattiche e ad una maggiore cooperazione tra il mondo dell'istruzione e quello della formazione.
Presente in aula anche una delegazione scolastica turca e croata.
Un ringraziamento particolare a tutti i referenti che hanno lavorato e reso possibile questo importante meeting!

Also EUROSUD , organization for international youth mobility present as a speaker for the event '' Sharing Erasmus Experiences '' dialogues and debates regarding European educational projects, good practices and good ideas held municipality townhall of Belpasso (CT) March 10, 2016.
The main theme was the added value of the opportunity to work, study or volunteer in a foreign country and how it can contribute to the implementation and the improvement of teaching methods and more cooperation between organizations and schhols in the field of education and training.
During the meeting has been hosted as well a Turkish school boarding members and the Croatian representative from SOF Croatia organization .
A special thanks to all organizers for their hard work and committment in order to develop this important meeting!

Articolo

EUROSUD Akademija regionalnoga razvoja i fondova EU

~OSIJEK, 24 February 2016~

EUROSUD had opportunity to be part of an event at Ekonomski fakultet u Osijeku where was disscused about opportunities for young people from EU funds.
Special guest speaker was Tomislav Tolušić, minister of Regional Development and EU Funds, who presented the project "Academy of Regional Development and EU Funds" developed by the Ministry of Regional Development. Project aims to raise awareness of the student population about the opportunities available to them through EU funds.

In second part of Conference was panel "Opportunities for young people from the EU funds" through which were presented the following topics:
- Opportunities for the start-up through Structural Funds
- Erasmus +
- Erasmus for entrepreneurs
- Youth Guarantee
- BIOS Business Incubator
- Consultant's experience for EU projects

European Youth Work Academy #‎EYWAbyCET‬

Belgrade is welcoming young people from 24 European countries for the

“European Youth Work Academy (Training of Leaders)”

Nowadays, in the times of the global changes and challenges, particularly – in Europe, it is important to empower youth to make the difference in the world and make sure they have sufficient skills and knowledge to create the desirable impact on the society.The international network C:E:T Platform already for several years has been providing support, assistance, services and expertise in the field of the development of civil society and democratic institutions, civic values, and non-formal education for all citizens, especially young people. It had been organizing and actively participating in local, national and international activities for youth and youth workers. This time the organization is hosting in Belgrade the international project “European Youth Work Academy”, which is implemented with the support of the Erasmus+ Programme of the European Union.The first part of the project, “Training of Management (TOM)”, has took place in Belgrade, in December, 2015. The next step of the project is the Training Course “Training of Leaders”, which is starting on the 12th of February, will again bring together for a week 34 youth workers from 24 European countries: Albania, Bulgaria, Bosnia and Herzegovina, Croatia, Czech Republic, Germany, Estonia, France, Greece, Italy Kosovo, Lithuania, Macedonia, Malta, Montenegro, Norway, Poland, Portugal, Romania, Serbia, Slovakia, Slovenia, Turkey, UK. The training course will involve future or youth workers with limited experience that are and will be in charge in their organizations to work directly with young people in local community or on international projects, including youth exchanges.

The training program will be implemented and leaded by the experienced trainers and team of experts from Albania, Croatia and Serbia.

The third activity of the project – “Training of Trainers (TOT)”, will take place in Belgrade in April, 2016.

 

For additional information, please, contact:

Vojislav Vujić, Program Director of C:E:T Platform

Mob.: +381638009224         

E-mail: eywa@cetplatform.org

Web: www.youthworkacademy.eu

PROMOTION OF LABOUR MOBILITY IN EUROPE - SURVEY RESEARCH -

PROMOTION OF LABOUR MOBILITY IN EUROPE - SURVEY RESEARCH -

This training course will focus on youth unemployment rate in the South, lack of work forces in the North, misuse of workers, inequality of domestic and foreign workers, lack of information about rights and possibilities. The project will gather representatives of youth organisations and organisations working with youth from Italy, Malta, Croatia, Macedonia, Poland, Romania, Greece, Spain and will be hosted in Bari, Italy from 09.04.2016 until 16.04.2016.

In order to gather as much information as possible we would appreciate if you could fill out our short anonymous survey. This will give us a better understanding of your thoughts on the challenges, problems, possibilities and possible solutions to the problem.

If you would like to know about you can find more information here:

HOMEPAGE 

FACEBOOK

Feel free to share this survey.
Thank you for your participation!

Crazy 4 Democrazy #C4D15 02 - 09 December 2015

Crazy 4 Democrazy C4D15
Project hosted by ‪#‎EUROSUD‬ under Erasmus + programe
02 - 09 December 2015

Dal 2 al 9 Dicembre 2015 si è svolto tra Corato e Giovinazzo il progetto europeo Crazy4Democrazy C4D15 organizzato da EUROSUD associazione per la mobilità giovanile internazionale. Il progetto è stato realizzato con il supporto dell’Agenzia Nazionale per i Giovani nell’ambito del programma Erasmus+ promosso e sostenuto dalla Commissione Europea.Al progetto hanno partecipato 35 giovani tra cui studenti universitari , group leader , volontari e youthworkers provenienti da Italia, Croazia, Repubblica Ceca,Romania, Grecia ,Bulgaria , Belgio e Turchia I partecipanti sono rappresentanti e volontari di realtà associative internazionali che lavorano nell’ambito del programma Erasmus+. Lo scopo principale del progetto è stato quello di fornire ai partecipanti nuove competenze sulla tematica dell'active partecipation attraverso l'utilizzo dell'educazione non formale.

Alcuni degli obiettivi fissati per questo TC sono stati:
- Aumentare la partecipazione attiva dei giovani all'interno delle realtà di provenienza
- Rafforzare il dialogo interculturale e migliorare l'istruzione non formale ,
- Scambiare opinioni e riflessioni sul significato della democrazia e della partecipazione ,
- Condividere iniziative locali , nazionali ed europee volte a incoraggiare i giovani alla partecipazione attiva
- Stimolare e rafforzare la cooperazione tra i partecipanti

A CONCLUSIONE DEI LAVORI È STATO SVILUPPATO IL SEGUENTE BOOKLET.

Training Course '' I MANAGE 2.0'' Bari , ITALY 19 - 26 October 2015

Dal 19 al 26 Ottobre 2015 si è tenuto tra Corato e Giovinazzo il progetto europeo I manage 2.0 organizzato da ‪#‎EUROSUD‬ associazione per la mobilità giovanile internazionale. Il progetto è stato realizzato con il supporto dell’Agenzia Nazionale per i Giovani nell’ambito del programma Erasmus+ promosso e sostenuto dalla Commissione Europea.Al progetto hanno partecipato 35 giovani tra cui studenti universitari , group leader , volontari e youthworkers provenienti da Italia, Croazia, Malta, Lettonia, Lituania, Spagna, Romania e Grecia. I partecipanti sono rappresentanti e volontari di realtà associative internazionali che lavorano nell’ambito del programma Erasmus+. Lo scopo principale del progetto è stato quello di fornire ai partecipanti nuove competenze sulla tematica del Project management attraverso l'utilizzo dell'educazione non formale.Oltre alle attività ordinarie del corso di formazione , i partecipanti sono stati coinvolti nella visita della città di Corato. Dopo il benvenuto ufficiale presso la sala di rappresentanza del Sindaco e la consegna del libro celebrativo della città di Corato, i partecipanti al progetto hanno potuto apprezzare il Teatro Comunale alla scoperta della sua storia e dello splendido sipario storico rappresentante la disfida di Barletta. Il gruppo ha poi fatto tappa presso la Sala Ricevimenti “Pantheon” dove è stata tenuta a battesimo la prima esperienza di show cooking e valorizzazione eno-gastronomica della neonata Associazione “Quadratum Culinarie Team”, nata dalla voglia di giovani chef coratini di fare rete per valorizzare il territorio, i suoi saperi ed i suoi sapori. Durante l’intera durata del progetto EUROSUD ha gestito la logistica ed il corretto sviluppo delle attività.Un ringraziamento particolare e sincero per i grandiosi risultati ottenuti è riservato ai partecipanti ed ai rappresentanti delle associazioni locali coinvolte. Quale Presidente di EUROSUD non posso che esprimere soddisfazione e riconoscenza ai rappresentanti del Forum dei Giovani di Corato per il rapporto cordiale e di fiducia che accomuna le nostre reciproche attività. Il Forum dei Giovani di Corato è senza dubbio uno dei partner locali migliori per tutti i progetti a respiro europeo .

A CONCLUSIONE DEI LAVORI È STATO SVILUPPATO IL SEGUENTE BOOKLET.

Training Course '' I MANAGE 2.0'' Bari , ITALY 19 - 26 October 2015

Dal 19 al 26 Ottobre 2015 si è tenuto tra Corato e Giovinazzo il progetto europeo I manage 2.0 organizzato da EUROSUD associazione per la mobilità giovanile internazionale. Il progetto è stato realizzato con il supporto dell’Agenzia Nazionale per i Giovani nell’ambito del programma Erasmus+ promosso e sostenuto dalla Commissione Europea.Al progetto hanno partecipato 35 giovani tra cui studenti universitari , group leader , volontari e youthworkers provenienti da Italia, Croazia, Malta, Lettonia, Lituania, Spagna, Romania e Grecia. I partecipanti sono rappresentanti e volontari di realtà associative internazionali che lavorano nell’ambito del programma Erasmus+. Lo scopo principale del progetto è stato quello di fornire ai partecipanti nuove competenze sulla tematica del Project management attraverso l'utilizzo dell'educazione non formale.Oltre alle attività ordinarie del corso di formazione , i partecipanti sono stati coinvolti nella visita della città di Corato. Dopo il benvenuto ufficiale presso la sala di rappresentanza del Sindaco e la consegna del libro celebrativo della città di Corato, i partecipanti al progetto hanno potuto apprezzare il Teatro Comunale alla scoperta della sua storia e dello splendido sipario storico rappresentante la disfida di Barletta. Il gruppo ha poi fatto tappa presso la Sala Ricevimenti “Pantheon” dove è stata tenuta a battesimo la prima esperienza di show cooking e valorizzazione eno-gastronomica della neonata Associazione “Quadratum Culinarie Team”, nata dalla voglia di giovani chef coratini di fare rete per valorizzare il territorio, i suoi saperi ed i suoi sapori. Durante l’intera durata del progetto EUROSUD ha gestito la logistica ed il corretto sviluppo delle attività.Un ringraziamento particolare e sincero per i grandiosi risultati ottenuti è riservato ai partecipanti ed ai rappresentanti delle associazioni locali coinvolte. Quale Presidente di EUROSUD non posso che esprimere soddisfazione e riconoscenza ai rappresentanti del Forum dei Giovani di Corato per il rapporto cordiale e di fiducia che accomuna le nostre reciproche attività. Il Forum dei Giovani di Corato è senza dubbio uno dei partner locali migliori per tutti i progetti a respiro europeo .

 

BOOKLET OF THE PROJECT

Convenzione di tirocinio fra Università degli Studi di Bari '' Aldo Moro'', Dipartimento di Giurisprudenza ed EUROSUD

Approvata la convenzione con l' Università degli Studi di Bari '' Aldo Moro'', Dipartimento di Giurisprudenza , per i tirocini di formazione e orientamento destinata agli studenti delle classi di laurea magistrale.
A partire da questo mese infatti, gli studenti di Giurisprudenza iscritti presso l'Università di Bari potranno svolgere un periodo di tirocinio presso l'associazione EUROSUD.
Un tirocinio formativo e di orientamento è uno strumento previsto dalla legge che consente al giovane un’esperienza effettiva presso un’azienda, un ente pubblico ovvero un'organizzazione permettendogli di mettersi alla prova in un ambiente di lavoro in modo da orientare o verificare le sue scelte professionali e di acquisire un’esperienza pratica e certificata che andrà ad arricchire il suo curriculum.
www.eurosud.info

Per maggiori informazioni e dettagli sulla convenzione scriveteci su:
eurosudngo@gmail.com

Il racconto della Giornata Erasmus+ a Corato


L'Europa abbraccia Corato: la nostra città ha finalmente vissuto la sua prima Giornata Erasmus+.
Un'esperienza vera, con i giovani al centro.
Più di trenta ragazzi provenienti da 10 Paesi d'Europa hanno vissuto un'esperienza fatta di conoscenza e valorizzazione del nostro territorio, grazie al Progetto "I manage 2.0" di EUROSUD – nostro partner nel protocollo di intesa – finanziato dal programma Erasmus+

Come da programma, la giornata è iniziata intorno alle ore 9.30 con l’accoglienza dei ragazzi in Palazzo di Città da parte dell’Amministrazione Comunale rappresentata dal Sindaco Massimo Mazzilli, il Vicesindaco e Assessore allo Sviluppo Economico Francesco Scaringella e l’Assessore alle Politiche Giovanili Anita Musto.
Il Sindaco ha salutato i giovani del Progetto così: “Sentitevi fortunati a vivere queste esperienze, non di semplice scambio, bensì di conoscenza, di ampliamento del bagaglio professionale e umano. Corato è pronta ad accogliervi e con lei i suoi giovani, nuovi e grintosi ambasciatori del territorio, capaci di fare rete in modo nuovo ed impensabile e di creare effetto glocale”. Alle sue parole si sono aggiunte quelle dei giovani componenti dell’Amministrazione: il Vicesindaco Scaringella che ha ricordato ai coetanei europei le personali esperienze di viaggio ed Erasmus, sottolineando l’impegno e la collaborazione propositiva del Forum nel costruire sia eventi ché progetti, anche a lungo termine; l’Assessore Musto che ha invitato i ragazzi ad esprimersi al meglio in questa esperienza, orgogliosa di aver accompagnato la firma del protocollo e supportato questa prima giornata Erasmus+ a Corato definendola “una scommessa storica vinta facendo rete, l’inizio di un percorso di cultura giovanile Europea con il Forum dei Giovani”

La visita a Palazzo “San Cataldo” ha riservato anche un originale fuori programma: nell’ammirata Sala Verde i giovani europei hanno potuto assistere ad una improvvisazione pianistica regalata dal giovane Maestro Pierpaolo Vilella. A sorpresa si è scatenata una gara a colpi di note con altri ragazzi dell’esperienza che hanno voluto esibirsi al pianoforte. Anche questo è dialogo, quello più autentico. 

Dopo la visita all’ufficio di rappresentanza del Sindaco e la consegna del libro celebrativo della città di Corato, i partecipanti al progetto hanno fatto tappa in Teatro Comunale allo scoperta della sua storia e dello splendido sipario storico rappresentante la disfida di Barletta. Il gruppo ha poi fatto tappa presso la Sala Ricevimenti “Pantheon” dove è stata tenuta a battesimo la prima esperienza di show coking e valorizzazione enogastronomica della neonata Associazione “Quadratum Culinarie Team”, nata dalla voglia di giovani chef coratini di fare rete per valorizzare il territorio, i suoi saperi ed i suoi sapori. Il gruppo è stato deliziato dai gusti più autentici del territorio murgiano: funghi cardoncelli, olio extra-vergine di oliva di monocultivar “La Coratina”, straccetti di semola, vincotto, cartellate e vini dell’area del Castel del Monte; tante sono state le domande e le curiosità, come altrettante le richieste di contatti per sviluppare rapporti commerciali con le aziende locali dell’agroalimentare ed esperienze gastronomiche in altri Paesi Europei. 

Il percorso di scoperta del territorio non poteva non prevedere un viaggio tra le nostre radici storiche con la visita al Museo della Civiltà e del Territorio. Nella Sala dei tratturi del centro museale si è anche tenuta la sessione di Dialogo Strutturato durante la quale al gruppo di giovani partecipanti europei è stato presentato il Forum dei Giovani Comune di Corato e la sua attività da parte del Presidente Luigi Menduni, soffermandosi in particolare sulle iniziative più recenti e quelle dell’ultimo calendario estivo. Inaspettato l’entusiasmo registrato e la discussione che si è aperta, coordinata dal Presidente di Adriano Di Fronzo: sono emerse richieste di suggerimenti su come sviluppare iniziative di impatto giovanile sulla base dell’esperienza del nostro Forum e valutazioni su “viaggi di ritorno” dei partecipanti con lo scopo di soggiornare a Corato in Primavera-Estate 2016 e sviluppare opportunità economico-imprenditoriali.

Infine, alla visita di Palazzo Gioia è seguita una visita nel centro storico cittadino seguendo la via tracciata dalle opere di street-art sorte con il Festival “Verso Sud”. I ragazzi hanno voluto poi concludere la Giornata con un aperitivo all’Italiana in Piazza Di Vagno.

“EUROSUD non può che ringraziare il Forum dei Giovani: è uno dei partner migliori per progetti di carattere europeo” commenta il Presidente dell’associazione Adriano Di Fronzo “I ragazzi europei sono rimasti estasiati e credo che siano nate ottime collaborazioni e la voglia di ritornare qui per costruire. Sono sicuro che a Corato seguiranno altre iniziative di respiro europeo.”

“Una giornata straordinaria andata ben oltre le migliori aspettative.” sottolinea il Presidente del Forum Luigi Menduni “Ad un mese dalla firma del protocollo di intesa firmato insieme all’Amministrazione Comunale con EUROSUD già tanti sono i risultati come le opportunità di outgoing (esperienze in altri Paesi di Europa) per i ragazzi di Corato. Ora, con questa esperienza di incoming, i giovani di Europa scoprono la nostra città, si confrontano con i loro coetanei, si scambiano buone pratiche. E loro sono veramente al centro dell’esperienza. Presto con i giovani Coratini andremo in Erasmus+ a Malta e poi avremo altre giornate e progetti europei nella nostra Città. Intanto, buona la prima”

Il Protocollo di intesa tra il Forum dei Giovani Comune di Corato e EUROSUD, associazione per la mobilità giovanile internazionale da’ ora i suoi primi frutti, anche in ambito incoming.
Infatti, mentre continua ad espandersi il ventaglio di proposte di outgoing per progetti Erasmus+ per i giovani coratini per esperienze su territorio Europeo, stavolta sarà Corato ad avere la possibilità di ospitare ben 30 ragazzi provenienti da 10 Paesi d’Europa in un percorso di valorizzazione e scoperta della nostra tradizione e delle peculiarità del nostro territorio, come previsto dal tema del Progetto “I manage 2.0” finanziato dal Programma Erasmus+.
La giornata dedicata a questa iniziativa sarà il 24 Ottobre 2015 e seguirà il seguente programma:

ore 9.15 – arrivo dei ragazzi presso Palazzo di Città (saluti istituzionali in Sala Consiglio Comunale)
ore 10.30 – Visita al Teatro Comunale o ore 11.30 – partenza da Piazza Cesare Battisti verso la Sala Ricevimenti Pantheon (show cooking e pranzo – a cura dell’Ass. “Quadratum Culinarie Team”)
ore 14.45 – Dialogo Strutturato presso Museo della Civiltà e del Territorio di Corato e visita delle aree espositive
ore 17.30 – Visita a Palazzo Gioia o ore 18.30 – Visita del Centro Storico, alla scoperta della street-art

Durante i momenti del Dialogo Strutturato e dell’Accoglienza sarà presentato il Forum dei Giovani Comune di Corato e le sue attività. Inoltre, alla Giornata di questo progetto Erasmus+ parteciperà anche una delegazione di istituzioni locali dell’Isola di Malta.
“Per EUROSUD è la conferma di poter contare su un prezioso alleato giovanile sul territorio: il Forum dei Giovani Comune di Corato, che dimostra grande attenzione nel gettare per i giovani di Corato il seme del dialogo e della cultura europea senza dimenticare le sue radici” spiega il Presidente dell’associazione Adriano Di Fronzo. “Questa giornata si baserà sulla valorizzazione e sulla conoscenza del patrimonio materiale e immateriale del territorio con focus sulla città di Corato, con gli occhi dei giovani dei Paesi U.E.”
“Sarà un evento straordinario. Questa giornata è una primizia per Corato e presto seguiranno altre iniziative, sempre più in rete con realtà europee ed internazionali concrete, partecipate.”commenta il Presidente del Forum Luigi Menduni “Inizia, come già ebbi modo di sottolineare alla firma del Protocollo, un’attività che porterà Corato ad essere snodo di esperienze europee. E protagonisti ora sono veramente i giovani, finalmente”

Giornata Erasmus+ ​Progetto "I manage 2.0"

30 participants , 9 cultures,7 days,all together following one aim and goal! Enthusiasm filled the training room as well as dorms which has been sustained up till now.
The training course which is about project management enables the participants with ages range between 19 and 27 years to engage in active participation and understanding the expectations of each participant.The main aim is to focus into the various aspects wich are involved and need when managing a project ,specifically related to non -governement organizations.
This event has been founded by Erasmus + programme and the organization which is hosting this activity is ‪#‎EUROSUD‬,in collaboration as well with other ngos all over the Europe such as Prisms Malta,Penthesileia from Greece ,DVT Romania , Asociación Cultural Integra Spain,
VšĮ Inovacijų biuras Lithuania and Express Yourself from Latvia
.
The organization EUROSUD has been active in the past few years mainly giving opportunity to young people to develop their skills.Moreover the project involved a number of online tools which can be used for project management ideal for the ERAMSUS+ Framework. During iMANAGE we will be using non-formal methods of education such as, simulation sessions, discussions, workshops and other creative methods.Defintely a great and life-changing experience.
(One of several articles written by the participants themselves during the evaluation moment.)

 

EUROSUD , Organization for the european youth mobility and ''CSDDL - Centro Studi Diritto dei Lavori''

EUROSUD , Organization for the european youth mobility has succseful signed an agreement of cooperation with '' Centro Studi Diritto dei Lavori''CSDDL .
This agreement of Cooperation refers to a general agreement to collaborate , cooperate and implement  mainly the activities and projects focusing and targeting youth unemployment issues.
''Centro Studi Diritto dei lavori '', is established and run  by Prof. Gaetano Veneto, and by the lawyer Antonio Belsito.
CSDDL was formally established in Bari in early 2009 with the direct participation of all the members of the Department of Labour Law, Faculty of Law, University of Bari "Aldo Moro"
As stated in the Charter, the Centro Studi is mainly engaged in investigation and research in labor law with the cooperation of labor law professors, lawyers , career counselors, students and recent graduates.
With publications and other scientific studies, the CSDDL aims to provide a scientific contribution that we hope for a useful comparison, and for deepening of existing legislation in order  to protect the rights, safety and health of workers and in the interest of the national economy.


http://www.csddl.it// è il sito dell'associazione culturale Centro Studi Diritto dei Lavori, ideato dal Prof. Avv. Gaetano VENETO e dall'Avv. Antonio BELSITO.
L'associazione si è formalmente costituita in Bari all'inizio del 2009 con la diretta partecipazione di tutti i componenti la Prima Cattedra di Diritto del Lavoro della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro" e la collaborazione in primis del Prof. Tommaso GERMANO, Titolare della Cattedra di Previdenza Sociale presso la stessa Università, nonchè con l'intervento delle direzioni e redazioni delle riviste e pubblicazioni già esistenti, ideate dal medesimo gruppo di studio.
Come si legge nello Statuto, il Centro Studi si occupa essenzialmente di approfondimenti e di ricerca nella materia giuslavoristica con la collaborazione di docenti di diritto del lavoro, giuristi ed in particolare giuslavorsiti, consulenti del lavoro, studenti e neolaureati.
Con le pubblicazioni e le diverse ricerche scientifiche il Centro Studi intende offrire un contributo scientifico che ci si augura utile per un confronto, approfondimento e per  un'ammodernamento della normativa esistente nelle materie socio-economiche e giuslavoristiche soprattutto a tutela dei diritti, della sicurezza e della salute dei lavoratori nonchè nell'interesse dell'economia nazionale.
 

Centro Studi Diritto dei Lavori

01.08.2015

Forum dei Giovani Corato ed EUROSUD presentano le nuove opportunità di Erasmus+

Il Forum dei Giovani di Corato cresce nell’ottica di creare valore e dialogo per i ragazzi della città verso l’orizzonte Europeo. In collaborazione con Eurosud presenta le opportunità di esperienza Europea inserite nel programma Erasmus+.

“Green Opportunities” (Krško – Slovenia, 1-8 Settembre 2015): pensato come uno spazio ideale per accrescere la consapevolezza riguardante i principi di resilienza, i network economici e i modelli economici alternativi ed eco-sostenibili - fascia di età 18-25 anni.

“Gamification” (Krzyzowa-Wroclaw – Polonia, 13-20 Ottobre 2015): l’esperienza riguarderà la gamification (traducibile in italiano come "ludicizzazione") pensata per incrementare le capacità operative di organizzazioni impegnate nella gioventù.
Il progetto esplorerà l'utilizzo dei dispositivi di gioco come metodo di lavoro giovanile, progettato per coinvolgere i giovani nel risolvere i problemi delle loro comunità locali di provenienza - fascia di età 18-30 anni.

"Introducing Non-Formal Education" (Malta, 7-15 Novembre 2015): l’attività prevederà un corso di formazione sull’ambito comunicazione ed educazione non formale - fascia di età 18-30 anni.

Tutte le spese di vitto ed alloggio sono coperte al 100% dall’associazione ospitante ed i trasporti acquistati dai partecipanti verranno rimborsati a fine progetto al 100% su un massimale di spesa pari a 275 euro.

Sulle nostre pagine social e nella sezione “Bandi & Opportunità” del nostro sito www.forumgiovanicorato.weebly.com sono disponibili tutti i dettagli ed i contatti Eurosud per la candidatura e la partecipazione all’esperienza.

La scelta di Eurosud non è casuale: questa organizzazione per la mobilità giovanile internazionale costituita da un gruppo di amici e colleghi universitari nati a Bari ha già dato in circa un anno di attività la possibilità a più di 80 giovani di poter partecipare ad attività di apprendimento promosse e finanziate dal programma ''Gioventù in azione '' e Erasmus+''.

Nell’idea di valorizzare le forze giovanili del territorio, la collaborazione con Eurosud va a vitaminizzare l’attività della commissione speciale di Forum “SUpportiamoci” che è basata sulla creazione di esperienze del genere.

«Il Forum dei Giovani di Corato inizia a scrivere una sua nuova pagina concreta a favore dei giovani coratini» commenta il presidente del Forum Luigi Menduni.

«Lo sviluppo di opportunità formative e lavorative anche in ambito europeo è stato uno dei termini che ho messo alla base della mia Presidenza di Forum. E questa iniziativa è solo l’inizio di un percorso di ampio sviluppo che vedrà protagonisti le nostre idee in un Dialogo interculturale (vedi il prossimo Forum mondiale dei giovani) e i giovani di Corato finalmente padroni di casa (e non semplici osservatori) in esperienze Erasmus+ negli angoli della nostra Città».

Forum dei Giovani Comune di Corato

01.08.2015

EUROSUD in Croatia Konferencija "Budi poslovan, budi konkurentan!" Osijeku 13 . 04.2015

Just back from a great experience with our colleagues in Croatia. The student organization Financijski impuls at University of Osijek , Faculty of Economics has organized a conference ''BUDI POSLOVAN, BUDI KONKURENTAN'' in order to focus on working experience and volunteering abroad under EU programmes and funds opportunities.

Guest and speakers for the conference :

➽ Tomislav Bogdan from CET PLATFORM Hrvaska

➽ Adriano Difronzo from EUROSUD

➽ Enisa Kifer ,EURES representative in Croatia

CET Platform and EUROSUD presented their organizations , their experiences and offered a wide panorama of the all opportunities under the framework offered by the EU funds.

Erasmus+ is not just for students – in 2015 it will provide funding for more than 10 000 young people who want to make a difference by volunteering across Europe and beyond. If you are between 17 and 30 years-old you could be one of them and spend up to 12 months abroad. Not only would you participate in a project that helps make the world a better place, you would also learn new skills that may help you find a job afterwards!

The new ERASMUS + program focus on students and educator mobilities, reform of existing overlapping structures and greater cooperation in the field of education with non-EU countries. Target are all European students, trainees, teachers, trainers and youth. Up to 5 million persons will benefit from EU funds for getting education or training experience abroad between 2014-2020 (twice as many people as today).

It also includes for the first time a support to the sport . With the integrated program applicants may obtain more easily an overview of grant opportunities available, while other simplifications will in turn help to facilitate access .
Erasmus + is started in a time when the EU almost 6 million young people are unemployed , with levels in some countries more than 50% . At the same time there are over 2 million job vacancies , and a third of employers report difficulty in recruiting staff with the required qualifications . This demonstrates the existence of important skills deficits in Europe. Erasmus + will address these deficits by providing opportunities for study , training or work experience or volunteering abroad.

It proposes more support to participants from lower socio-economic background and disadvantaged groups, as well as more flexibility to various needs, new forms of mobility (physical and virtual) and better use of new technologies.In the field of education and training, the Erasmus initiative is renowned for the opportunities it provides students to learn abroad, as well as the opportunities it provides for teaching staff in higher education.

Later on , EURES representative in Croatia , Enisa Kifer , presented EURES portal and all the services provided.
Also was pointed out the collaboration between EURES ITALIA and EURES HRVATSKA regarding '' Your First Eures Job programme '' in Croatia.

photos from the event

--------------------------------------------------------------------------------------

EUROSUD as well presented the activities implemented by Sof Ingo Network in order to implement projects about self development and personal growth .

We of course encourage other people , organizations , students and youth workers to contribute and collaborate with us in what we're doing. May it change their minds when new things come up, and we all may find a better way to do things and develop.

Osijek , 15 . 04. 2015

Percorsi di mobilità all’estero Your First Eures Job - YFEJ 2015

Quale direzione seguire ? Percorsi di mobilità all’estero Your First Eures Job - YFEJ 2015

EUROSUD associazione per la mobilità internazionale ha partecipato all'incontro informativo dal titolo :  Your First Eures Job - YFEJ 2015

Si è svolto oggi giovedì 26 febbraio -dalle ore 10.00 alle ore 13.00, la presentazione dell'iniziativa comunitaria Your First Eures Job ediz. 2015 , presso la sala videoconferenze del Politecnico di Bari - sede di via Amendola n. 126/B.
L’incontro si è posto ’obiettivo di proporre a studenti e laureati dell’Ateneo un’ampia panoramica delle opportunità e delle possibilità attive per svolgere un’esperienza formativa oltre confine.
Nella prima parte della mattinata, dopo i saluti istituzionali è stato presentato il già noto progetto “Your First Eures Job - YFEJ 2015”.
Ampio spazio è stato altresì dedicato alle domande della platea I molti partecipanti infatti hanno ricevuto preziosi suggerimenti su come redigere un curriculum vitae e una cover letter in inglese e, più in generale, su come prepararsi al meglio per vivere un’esperienza all’estero.

Your First Eures Job, alla sua seconda edizione, è un’iniziativa della Commissione Europea che si propone di favorire e sostenere la mobilità dei giovani lavoratori in Europa.
Il progetto predispone assistenza ai giovani che ricercano un impiego in uno dei paesi dell’Unione Europea e ai datori di lavoro per la selezione di personale straniero.
Oltre ai servizi di assistenza, informazione e consulenza sui mercati del lavoro dei vari paesi europei, Your First Eures Job prevede un sostegno finanziario, sia per il lavoratore (per sostenere i costi di un colloquio di lavoro in un paese dell’UE e di un primo trasferimento) che per il datore di lavoro (un’indennità finalizzata a supportare la formazione del lavoratore).

La gran parte delle imprese considera la diversità nel contesto lavorativo un valore aggiunto e un'opportunità di sviluppo per le persone. E’ stato dimostrato che l’integrazione di lavoratori provenienti da contesti culturali diversi migliori le prestazione dell’impresa. YFEJ vi aiuta a trovare il personale in un altro stato europeo e a soddisfare le offerte di lavoro per figure professionali qualificate quando non sono reperibili nel vostro paese.

La piattaforma virtuale di Your first EURES job Provincia di Roma costituisce il contributo maggiore al nostro successo. Con in media 100 nuovi candidati intervistati ogni mese, è stato sviluppato e curato un database dinamico e aggiornato, alimentato da circa 20 000 candidati che conta almeno 4 000 profili del più alto calibro, qualificati e altamente formati, a disposizione di tutti i consulenti connessi al sistema.

Informazioni fruibili sul web e servizio on-line sia per candidati che per le imprese (sito web, piattaforma on line per pubblicare offerte di lavoro e inserire CV) .
E-Counseling: consulenza on line per le imprese nelle diverse fasi del processo di recruitment e per i candidati nella definizione del loro percorso professionale e di ricerca attiva di lavoro

Uffici locali in sette paesi europei (IT, DE, ES, IE, NL, PT, SE). Attualmente sono presenti uffici di primo contatto a Roma, Torino, Rotterdam, Colonia, Cork, Stoccolma, Valladolid e Guarda.
➽ http://www.yourfirsteuresjob.eu/it/
➽ https://www.linkedin.com/in/yourfirsteuresjob
➽ https://www.youtube.com/user/YourFirstEuresJob
➽ https://twitter.com/YfEURESjob/
➽ https://www.facebook.com/pages/Your-first-EURES-job-Provincia-di-Roma/440922215925745?fref=ts
➽ https://www.facebook.com/eurespuglia?fref=ts
➽ http://www.sistema.puglia.it/…/p…/portal/SistemaPuglia/EURES

➽ http://eurosud.altervista.org/news.html

Si replica il 24 marzo, al Politecnico di Bari, dove i funzionari dello ZAV di Bonn (servizi per l'impiego governativi) illustreranno le opportunità di lavoro in Germania nel settore tecnico e industriale.

Bari , 26.02.2015

Another E+ deadline done

Another E+ deadline is closing and we are always more and more active in it , developing new project ideas and working all together to raise the chances to implement those projects.
For the next activities we're focusing on several topics such as european labour mobilty , project management but also we're trying  to cover nowdays issues such as intercultural dialogue and social inclusion.
We of course encourage other people , organizations , students and youthworkers to contribute and collaborate with us in what we're doing. May it change their minds when new things come up, and we all may find a better way to do things and develop.
As a youth organization , we assign great importance to the part we have in the information delivery regarding EU travel&study opportunities and related benefits systems. Regarding the international activities EUROSUD is preparing a sequence of action and steps to implement an european meeting-seminar focusing on promoting labour mobility, how to help young people to find information and useful tools provided by European Commission.
That's why EUROSUD set up a partnership with Eures Puglia office but also with organizations like Forum Giovani Puglia ( Andrea BarchettaSalvatore Pistillo) , and we're also part of Anna Lindh Foundation international network.
EUROSUD as well, set up an agreement with Sof Italy and Sof Ingo Network in order to implement projects about self development and personal growth .

Good work to all our local and international partners!!!!

 

Bari, 31.01.2015.

 

Disponibile l' accordo di Partenariato fra Italia e Unione Europea per il periodo 2014-2020

Europa 2020 è la strategia dell'UE ideata per promuovere una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

L'UE ha definito degli obiettivi ambiziosi, da raggiungere entro il 2020, nelle cinque aree principali indicate di seguito.

Occupazione il 75% della popolazione di età compresa tra 20 e 64 anni dovrà avere un'occupazione Innovazione il 3% del PIL dell'UE dovrà essere investito in Ricerca e sviluppo
Cambiamento climatico: si dovranno raggiungere gli obiettivi "20/20/20" per quanto riguarda il clima e l'energia (oltre a migliorare del 30% la riduzione delle emissioni qualora le condizioni siano adeguate)
Educazione: la percentuale di cittadini che abbandonano prematuramente gli studi dovrà essere inferiore al 10% e almeno il 40% di coloro che hanno tra i 30 e i 34 anni dovrà aver portato a termine studi di terzo ciclo o equivalenti . La politica di coesione mette a disposizione il quadro generale di investimento e il sistema di assegnazione necessari per raggiungere gli obiettivi della strategia Europa 2020.

Accordo di partenariato 2014 -2020

La strategia Europa 2020

Il Dialogo Strutturato: un’opportunità per i giovani - Andria, 19 Dicembre 2014

EUROSUD associazione per la mobilità internazionale ha partecipato all'incontro formativo dal titolo :  Il Dialogo Strutturato: un’opportunità per i giovani organizzato nella splendida cornice della città di Andria .
Il Forum Città di Giovani Andria e il Forum dei Giovani Corato, con il patrocinio del Forum Giovani Puglia e la Città di Andria, in collaborazione con il Forum Nazionale dei Giovani, ha impegnato numerosi rappresentati dello ''Youth Work'' locale in  una giornata di capacity building dedicata al Dialogo Strutturato .
Obiettivo dell’incontro è stato principalmente  comprendere il ruolo del Dialogo Strutturato in Europa come strumento di consultazione e partecipazione attiva dei giovani nei processi decisionali.
Le attività si sono svolte con grande interesse e partecipazione alternando  sessioni plenarie e workshops, gestiti da formatori esperti in tecniche di educazione non formale.
Il Dialogo Strutturato europeo rappresenta uno strumento di comunicazione tra giovani, organizzazioni, operatori/attori del mondo giovanile e responsabili delle politiche, creato ed utilizzato per costruire politiche concertate per le giovani generazioni.
I giovani e i responsabili delle politiche discutono delle politiche giovanili a livello nazionale ed europeo attraverso un processo di consultazione nazionale in ogni singolo Stato membro e durante le Conferenze della Gioventù europee.

Le consultazioni si basano su cicli di lavoro di 18 mesi, ciascuno suddiviso in tre fasi, che corrispondono a 3 semestri di Presidenza del Consiglio dell'Unione Europea (i 3 Paesi interessati lavorano in Trii di Presidenza per un periodo complessivo di 18 mesi).
Ogni Trio di Presidenza (18 mesi) individua una priorità tematica e ognuno dei 3 Stati Membri approfondisce un aspetto della tematica prioritaria durante il proprio semestre.
I giovani europei hanno quindi l'opportunità di esprimere la propria opinione sull'argomento e contribuire a promuovere concrete raccomandazioni su possibili strategie e azioni politiche da presentare alle istituzioni europee.
ll processo  in concreto si sviluppa in questo modo :
Il questionario, con l’insieme di domande da porre ai giovani, è utilizzato come base per le consultazioni nazionali in ogni paese dell'UE. Il Gruppo di Lavoro Nazionale organizza le consultazioni nazionali utilizzando vari strumenti e modalità.
Per ciascuna fase, il Gruppo di Lavoro Nazionale invia i risultati delle consultazioni nazionali al Comitato Direttivo Europeo che li raccoglie, li esamina e li presenta nel corso delle Conferenze della Gioventù europee, che si svolgono in ogni semestre e riuniscono i giovani (al di sotto dei 35 anni) e i responsabili delle politiche giovanili di tutta l'UE al fine di alimentare il dibattito, proporre misure concrete per le politiche giovanili a livello nazionale ed  europeo e raccomandazioni condivise da presentare in Europa.

Le tematiche e gli argomenti di discussione sono decisi a livello europeo dai Ministri della gioventù dell'UE.
Il Comitato Direttivo europeo per il Dialogo Strutturato è composto dai rappresentanti della Commissione europea, il Forum europeo della gioventù ed il Trio di Presidenza: hail compito di decidere l’insieme di domande da porre ai giovani in tutta Europa sotto forma di questionario ed è responsabile del processo di coordinamento delle consultazioni.
A livello nazionale, ogni paese ha un proprio Gruppo di Lavoro Nazionale (National Working Group) che è formato da rappresentanti del Ministero competente, dei Consigli Nazionali dei Giovani e delle Agenzie Nazionali.

Questa giornata ha senza dubbio rappresentato un momento di confronto e riconoscimento di best practice presenti sul territorio nell'ambito dell'associazionismo pugliese.I lavori si sono poi conclusi con l'augurio rivolto al Forum di diventare il canale privilegiato della partecipazione giovanile e di raccordo di quest’ultima con le istituzioni di tutta la Regione.

Forum nazionale giovani

Forum dei giovani Puglia

Forum Città Di Giovani Andria

 

BARI - Giornata d'informazione ''Il mercato del lavoro programmi ed opportunità '' 18 dicembre 2014

EUROSUD associazione per la mobilità internazionale ha partecipato alla giornata informativa organizzata da EURES Puglia con il patrocinio e la partecipazione del Politecnico degli Studi di Bari.
Temi affrontati la mobilità internazionale e ed i piani nazionali attivati per combattere le attuali problematiche legate al mercato del lavoro.
In primis è stata  affrontata l'iniziativa Garanzia Giovani.

Garanzia Giovani è una strategia occupazionale , attivata  in via sperimentale a decorrere dal 1 gennaio 2014 fino al 31 dicembre 2015 e in attesa del riordino dei centri per l’impiego.
Garanzia Giovani (Youth guarantee) è un piano europeo che si rivolge agli under 25 (con l’ipotesi di
estendere il programma anche agli under 30), neo-diplomati, neo-laureati, disoccupati, che non attendono nessun percorso formativo ( not in education ) al fine di garantire delle offerte di lavoro, formazione o stage entro 4 mesi dalla fine del percorso di studi o dalla perdita del lavoro. La Garanzia può essere applicata nei territori in cui il tasso di disoccupazione giovanile (15-29 anni) supera il 25%.
Più nello specifico il suddetto programma è diretto ai i giovani residenti in Italia che, al momento della registrazione al portale nazionale o regionale, abbiano un'età compresa tra i 15 e i 29 anni che non siano impegnati in un'attività lavorativa né inseriti in un corso scolastico o formativo. Il requisito della non occupazione e del non inserimento in un percorso di studio o formazione devono essere posseduti al momento della registrazione al Programma e devono essere mantenuti durante tutto il percorso.
Da prestare particolare attenzione al momento della registrazione dato che ogni regione ha un proprio piano di attuazione con l'indicazione delle misure che vengono attivate sul territorio. Per conoscere quali sono i servizi erogati dalla Regioni, si consulti la sezione “Il ruolo delle Regioni” sul sito di riferimento Garanzia Giovani.
Per la Puglia attraverso questo link c'è la possibilità di iscriversi sino 31 dicembre 2015 .

Per maggiori informazioni estremamente utile consultare la pagina Frequent Asked Questions ( FAQ) sul sito di riferimento del programma.

Presentato altresi il programma EURES : Your First Eures Job
Your First Eures Job, alla sua seconda edizione, è un’iniziativa della Commissione Europea che si propone di favorire e sostenere la mobilità dei giovani lavoratori in Europa. 
Il progetto predispone assistenza ai giovani che ricercano un impiego in uno dei paesi dell’Unione Europea e ai datori di lavoro per la selezione di personale straniero.
Oltre ai servizi di assistenza, informazione e consulenza sui mercati del lavoro dei vari paesi europei, Your First Eures Job prevede un sostegno finanziario, sia per il lavoratore (per sostenere i costi di un colloquio di lavoro in un paese dell’UE e di un primo trasferimento) che per il datore di lavoro (un’indennità finalizzata a supportare la formazione del lavoratore).


Altra opportunitità offerta dal circuito EURES è  “The Job of My Life
Nel corso del 2013 Eures Italia, attraverso la sua rete regionale dei servizi per l’impiego, ed Eures Germania ha promosso  il tour “The Job of My Life” per favorire l’occupazione giovanile e la mobilità professionale all’interno del mercato del lavoro europeo.
Il progetto ha coinvolto giovani italiani qualificati di età compresa tra i 18 e i 35 anni (con qualche eccezione per i 40), interessati a un’occupazione in Germania.
Le figure professionali ricercate:
Ingegneri
Tecnici specialisti
Tecnici Informatici
Addetti all’ospitalità e alla ristorazione
Professioni sanitarie
 

BARI - Giornata d'informazione '' Giovani e Lavoro '' 5 dicembre 2014

L'associazione per la mobilità internazionale EUROSUD a Cellamare per un incontro di studio e dibattito. L'evento è stato organizzato dal Comune di Cellamare ed ha visto la partecipazione di ospiti illustri come Eures ed Informa.
L'argomento principale, "Giovani e lavoro", è stato trattato prima dalla dott.ssa Ricci, la quale ha messo in evidenza quelle che sono le caratteristiche necessarie per ''Fare Impresa'' come altresì le criticità, la difficoltà di fronteggiare il rischio, il pericolo di esclusione e frammentazione sociale, le strategie, l'innovazione e l'approccio empowering. Sono state anche illustrate, attraverso dati statistici, anche delle differenze sul modo di affrontare la tematica da parte di ragazzi statunitensi ed italiani.
Successivamente è stato il turno sel dott, Sinisi, nonché responsabile della sezione Eures Puglia, il quale ha approfondito quanto sia fondamentale per i giovani , soprattutto del '' meridione ''interfacciarsi con il mercato lavorativo europeo, illustrando anche le notevoli opportunità che lo stesso offre. Sicuramente sfide allettanti per i giovani pugliesi, ma al tempo stesso anche per le PA locali al fine di accrescere lo sviluppo del proprio territorio.

Relatori e collaboratori EUROSUD : dott.Marco Sibila e dott.Giovanni Rubino

5 dicembre 2014

EURES

EUROSUD under the Anna Lindh Foundation 's network

EUROSUD ngo in now part of a larger international  network under the framework of Anna Lindh Foundation - EUROMED -
The Anna Lindh Euro-Mediterranean Foundation for the Dialogue Between Cultures is a network of civil society organisations dedicated to promoting intercultural dialogue in the Mediterranean region.

It was set up in 2005 by the governments of the Euro-Mediterranean Partnership (Euromed), a political agreement made in 1995 between the European Union and Algeria, Morocco, Tunisia, Egypt, Jordan, Lebanon, Palestine, Israel, Syria and Turkey.

بالإشارة لطلب العضوية المقدم من سيادتكم
للإنضمام للشبكة الوطنية للمؤسسة، يرجى
التكرم بملاحظة أن رئيس الشبكة الوطنية
تكرم بالموافقة على طلبكم. و هذا بمثابة
إخطار رسمي بعضويتكم في الشبكة الوطنية.

Thanks to all colleagues facilitated the documents and application.

The Anna Lindh Foundation
National Networks

20.11.2014

BARI - Giornata d'informazione "Studiare in Francia"

L'associazione di mobilità internazionale EUROSUD ha partecipato alla giornata informativa  "Studiare in Francia" tenutasi  presso il Salone degli Affreschi - Palazzo Ateneo l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro .

Una  giornata d'informazione per presentare a neodiplomati, studenti, dottorandi e docenti l'offerta formativa universitaria francese e le modalità per facilitare la mobilità degli studenti italiani verso la Francia. L'evento è stato organizzato anche con la  collaborazione delll' Institut français Italia.

Il meeting ha cercato di focalizzare ed orientare gli studenti nelle loro scelte universitarie e  promuovere la mobilità verso la Francia nell'ambito degli scambi Erasmus + con i dispositivi d'aiuto dell'Università italo-francese e l'agenzia EURES della Commissione europea.

Clicca qui per il programma dell'evento

18.11.2014

EUROSUD Europrogettazione 2014-2020

L'associazione di mobilità internazionale EUROSUD a Firenze per una settimana di studio e di alta formazione professionale.

Una panoramica dei temi trattati :

HORIZON 2020 è un programma di 80 miliardi di euro destinati ad investimenti per la ricerca e l’innovazione.

Il nuovo programma si fonda su tre pilastri per conseguire la crescita e lo sviluppo innovativo dell'Europa:

- il primo: "Scienza di eccellenza" a sostegno dei settori della ricerca scientifica;
- il secondo: "Leadership industriale" per valorizzare il ruolo dell'industria e la competitività;
- il terzo: "Sfide sociali" nello sviluppo di tecnologie nel settore medico, energia e trasporti

Erasmus+, il nuovo programma per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport finalizzato a promuovere le competenze e l'occupazione, nonché a sostenere la modernizzazione dei sistemi d'istruzione, formazione e gioventù.

Creative Europe is the European Commission's framework programme for support to the culture and media sectors.

Il programma avrà una dotazione di bilancio di 14,7 miliardi di euro. Più di 4 milioni di persone riceveranno un sostegno per studiare, formarsi, lavorare. Erasmus+ erogherà inoltre finanziamenti per l'istruzione, la formazione del personale e degli animatori giovanili nonché per partenariati tra università, college, scuole, imprese e organizzazioni no profit.

COSME è il programma dell'Unione europea per la competitività delle imprese e le PMI con una dotazione di 2,3 miliardi di euro. COSME sosterrà le PMI migliorando l'accesso e il loro posizionamento nei mercati interni ed esterni all'Europa, creando un ambiente favorevole per le imprese, promuovendo l’imprenditorialità e facilitando l'accesso al credito.

16.11.2014

EUROSUD a Roma per l'iniziativa dell'ANG

➽ L'associazione di mobilità internazionale EUROSUD a Roma per l'iniziativa dell'ANG "Gioventù Italiana, una Garanzia per l'Europa"

A prendere parte ai lavori la collaboratrice Giulia Cifaldi .

Nell'ambito del Semestre Europeo di Presidenza Italiano l'Agenzia Nazionale per i Giovani ha organizzato a Roma, il 5 e 6 novembre, presso la Sala del Tempio di Adriano, , l'iniziativa "Gioventù Italiana, una garanzia per l'Europa" con la partecipazione di 200 giovani, associazioni, enti locali, gruppi informali di tutta Italia per dare spazio e voce alle loro idee.

“Questa iniziativa ci dà la possibilità, da un lato di mettere in evidenza quali sono le occasioni e gli strumenti che l’Europa mette a disposizione delle nuove generazioni, come Erasmus+ e Garanzia Giovani, utili a supportare le giovani generazioni ad acquisire conoscenze e competenze spendibili nel mercato del lavoro – dichiara Giacomo D’Arrigo, Direttore Generale dell’Ang – dall’altro di presentare i risultati raggiunti dall’Agenzia nel primo anno di vita di Erasmus+, in termini di fondi impegnati, progetti valutati, approvati e giovani coinvolti. Al tempo stesso – prosegue D’Arrigo – è un’occasione unica per dare una vetrina di visibilità ai tanti giovani italiani che rappresentano il futuro ed il motore del nostro Paese”.

I lavori delle due giornate, hanno focalizzato l 'attenzione sulle tematiche giovanili attuali come lo scambio di idee, buone prassi e sinergie tra le nuove generazioni, il territorio e le istituzioni.
Presenti all'evento il Direttore Generale Giacomo D'Arrigo, il Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale Cons. Calogero Mauceri, il sottosegretario con delega agli affari europei Sandro Gozi, la direttrice della Direzione Gioventù e Sport della Commissione Europea Chiara Gariazzo, dal Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, Cesare Damiano e dal dott. Bruno Busacca, Responsabile delle Segreteria tecnica del Ministro del Lavoro per fare un punto su Garanzia Giovani.

07.11.2014


AGENZIA NAZIONALE GIOVANI
Consulta il programma

Lavorare in Germania - incontri Eures Puglia con l' Agenzia nazionale tedesca ZAV

L'associazione di mobilità internazionale EUROSUD è stata parte attiva nel workshop-meeting '' LAVORARE IN GERMANIA - incontri Eures Puglia con i Servizi per l'Impiego tedeschi.
Presenti all'evento due funzionari dello Zav, l'agenzia di collocamento internazionale della repubblica federale tedesca.
Una prima parte della giornata è stata dedicata all'aspetto informativo sui servizi di collocamento offerti e sulle sinergie EURES - ZAV .
Si è parlato pertanto di quali prospettive lavorative il mercato tedesco attualmente offre e quali gli ambiti in cui concentrare la propria ricerca .
Quali le zone della Germania in cui trovare più offerte e posizioni lavorative.
Nella seconda parte del meeeting i funzionari dello Zav hanno tenuto dei colloqui di orientamento con i potenziali candidati.
Necessaria una discreta - buona conoscenza del tedesco. Chi è stato ritenuto idoneo al termine dei colloqui, verrà preso in carico per un periodo di 6 mesi dall'ufficio tedesco di collocamento internazionale per valutare opportunità effettive di lavoro in Germania.

I profili ricercati dalle aziende tedesche vanno dal settore meccanico e automobilistico all'elettrotecnico; dalla tecnica di automazione (industria e artigianato) al montatore di impianti elettrici. Richiesti anche gli informatici.

Per ulteriori informazioni circa l'evento appena conclusosi inviare e-mail eures@regione.puglia.it

➽ Qui di seguito articolo tratto da La Repubblica redatto da Antonello Cassano

Non più valigie di cartone, come i loro nonni o padri, ma tablet e biglietti d'aereo solo andata. Non umili contadini e manovali, ma ragazzi e ragazze della generazione Erasmus, armati di curricula di tutto rispetto, pronti a competere nel mercato del lavoro tedesco. "L'importante è fuggire da questo Paese che non offre nulla, se non qualche stage. Per fare carriera bisogna andar via" dice Roberta Grimaldi, 27 anni di Bari, una laurea in lingua tedesca e una specialistica in economia. La meta è sempre la stessa dei padri e dei nonni. La Germania, appunto, che non è poi così distante da Valenzano.
Perché per scoprire l'emigrazione due punto zero, bisogna venire qui, in questo paese di 20mila anime a pochi chilometri di distanza da Bari. È a Valenzano che la Zav, potente agenzia per l'impiego internazionale tedesca, ha deciso di avviare anche quest'anno il suo shopping di quei giovani cervelli made in Italy che cercano di fuggire dai tassi di disoccupazione alle stelle del Sud per fare carriera nel paese che rappresenta il motore economico d'Europa. E così ieri mattina nella sede di Informagiovani di Valenzano insieme a Roberta si sono presentati una sessantina tra ragazzi e ragazze dai 20 ai 30 anni, per partecipare alla prima giornata di incontri informativi (la seconda sarà oggi a Lecce), organizzati dalla Zav in collaborazione con Eures Puglia e la coop Informa. Ragazzi e ragazze per la maggior parte pugliesi, ma non pochi candidati provengono anche da Calabria, Molise e Basilicata: "E non è un caso - spiega Carlo Sinisi, consigliere Eures per la Regione Puglia - il forte afflusso da tutte quelle regioni, perché sono quelle terre in cui sono presenti famiglie con emigrazioni di seconda e terza generazione in Germania. La competenza linguistica dei ragazzi presenti al workshop è elevata perché sono abituati a parlare tedesco anche in famiglia".

Tanti i neo laureati, molti gli ingegneri e gli operai specializzati, tutti con una buona conoscenza della lingua tedesca ed esperienze lavorative alle spalle. "Perché io ho trovato lavoro anche qui in Italia - dice ancora Roberta - ma vorrei cercare qualcosa di più". Stessa opinione di Giacomo Gesualdo, 38 anni di Altamura, dieci anni di lavoro in un salottificio fino al fallimento dell'azienda: "Ho approfittato della mobilità e mi sono riqualificato. Ora sono un saldatore su robot. Ho avuto alcune esperienze con aziende qui in Puglia, ma solo con contratti precari. Non ne posso più, vado in Germania per vivere dignitosamente". Giacomo non si è perso un momento della giornata organizzata dalla Zav. A cominciare dal seminario mattutino in cui i funzionari tedeschi hanno illustrato tutte le opportunità di occupazione offerte dalla Germania e spiegato come muoversi e presentarsi per fare colpo sui datori di lavoro di Berlino o Monaco. "È importante presentarsi bene alle aziende fin dalla prima e-mail - dice Biancamaria Dilonardo-Wehner, funzionaria dell'agenzia per l'impiego tedesca presente a Valenzano insieme alla collega Boryana Valentino - l'errore più comune è quello di presentare un curriculum anonimo senza una lettera di presentazione".
Errori che pesano anche nella selezione barese. Sono 1300 le candidature consegnate all'Eures e alla Zav per partecipare al workshop. "Di questi ne abbiamo selezionati solo 60 - dice ancora Carlo Sinisi dell'Eures - siamo stati costretti a scartare anche ragazzi con livelli linguistici altissimi, ma che non avevano competenze professionali sufficienti". Ma la vera e propria prova selettiva è il colloquio a cui hanno preso parte 30 dei 60 candidati che hanno partecipato al workshop. Alla fine ne rimarranno in pochi: "Alla fine della giornata i funzionari della Zav - conferma Sinisi - sono rimasti entusiasti per la conoscenza della lingua tedesca e le capacità professionali di dieci tra ragazzi e ragazze". Sono loro i candidati che risulteranno idonei e verranno presi in carico per sei mesi dai servizi per l'impiego tedeschi. "Va detto che i consiglieri Eures italiani fanno la stessa selezione all'estero, cercando profili stagionali come quello turistico alberghiero. Certo, il mercato del lavoro tedesco è un'altra storia". Intanto i giovani cervelli del Sud Italia prendono appunti. Gabriella, di Bari, fresca di laurea in lingua tedesca, è pronta al grande salto nel centro d'Europa. "Ho provato a trovare lavoro sia qui in Puglia che al Nord Italia, ma è andata molto male. Ho bisogno di migliorare le mie conoscenze sull'integrazione della Comunità europea e credo che a questo proposito non ci sia nulla meglio della Germania. Credo nella qualità e nel lavoro di quel Paese".

01 ottobre 2014

Info sul collocamento in Germania

Come scrivere un curriculum efficace in tedesco

Bundesagentur für Arbeit

La Repubblica .it

Cerca i servizi EURES nella tua città

 

EUROSUD - DIVERSITEITSLAND

➽ Meeting day in sunny Amsterdam ,
with co-founder and project coordinator Salih Türker from the ngo called '' Diversiteitsland '' .
The main aims are to enhance social inclusion of vulnerable minority-groups. Over the next few years, they plan to organise international activities under the name Social Capital of Minorities in Europe (SCME).
EUROSUD is actually cooperating with them about next activities under the name of Erasmus +.
We're also involved in a training course in Kosovo , Young European Leaders for Change , that will be hold in Pristina in the following months.

Fruitful meeting.

➽ Useful links :

Diversityland Foundation

http://www.diversiteitsland.nl/

Diversiteitsland on facebook